a
Lorem ipsum dolor sit amet, consecte adipi. Suspendisse ultrices hendrerit a vitae vel a sodales. Ac lectus vel risus suscipit sit amet hendrerit a venenatis.
12, Some Streeet, 12550 New York, USA
(+44) 871.075.0336
silverscreen@edge-themes.com
Links
Follow Us
 

“Lemming – The Little giant of the North” di Zoltan Török vince il Trofeo Stambecco d’Oro del 21° Gran Paradiso Film Festival

È Lemming – The Little giant of the North il film vincitore del Trofeo Stambecco d’Oro. Il pubblico di Cogne ha deciso di incoronare i lemming norvegesi del regista Zoltan Török al termine di cinque giorni di proiezioni durante i quali, sugli schermi di Cogne, sono stati protagonisti animali di specie, luoghi geografici e habitatdiversissimi tra loro. Competizione serrata tra i primi tre classificati. Al secondo posto Wild Ireland, the edge of the world di John Murray e Cepa Giblin (Irlanda, 2017) mentre al terzo si colloca Attenborough’s ant mountain di Joe Loncraine e Martin Dohrn (Austria, 2017).
Kamchatka bears. Life begins di Irina Zhuravleva, e Vladislvav Grishin (Russia, 2018) sui cuccioli di orso bruno nel loro primo anno di vita, si è aggiudicato il Trofeo Stambecco d’Oro Junior, assegnato dai giurati più giovani.

Il regista vincitore Zoltan Török ha ritirato virtualmente il premio dall’Ungheria da cui ha salutato e ringraziato il pubblico in sala con un collegamento via Skype.

La giuria tecnica, presieduta da Bruno Bassano e composta da Marco Andreini, Marco Albino Ferrari, Sandro Lovari, Alessandra Miletto, Piermauro Reboulaz e Ezio Torta ha inoltre assegnato i seguenti premi:
–   Premio Parco Nazionale Gran Paradiso (pari a 1.500 euro): Ranger & Leopard di Fathollah Amiri, e Nima Asgari (Iran, 2017);
–   Premio Ente Progetto Natura (pari a 1.500 euro): Kamchatka bears. Life begins di Irina Zhuravleva, e Vladislvav Grishin (Russia, 2018)
–   Premio Lipu – Mario Pastore: Wild Ireland, the edge of the world di John Murray, Cepa Giblin (Irlanda, 2017)
–   Premio WWF: Attenborough’s ant mountain di Joe Loncraine e Martin Dohrn (Austria, 2017)

Tre le menzioni speciali: The last pig di Allison Argo (Stati Uniti, 2017), White wolves – ghosts of the arctic di Oliver Goetz (Germania, 2018) e la Menzione speciale Parco Nazionale Gran Paradisoa Pangolin di Nick Rogacki (Stati Uniti, 2016).

A vincere il Premio CortoNatura è stato Terraform di Sil van der Woerd e Jorik Dozy che racconta la storia delle privazioni e dei sacrifici dei minatori della miniera di zolfo di Kowahljen in Indonesia.

La serata è iniziata con il colloquio tra Paolo Cognetti – vincitore del Premio Strega 2017 – e il Direttore artistico del Festival, Luisa Vuillermoz. Lo scrittore è salito sul palco in compagnia del suo inseparabile cane Lucky e ha espresso al pubblico la sua visione sul tema dell’edizione,Confini.

Nel corso della settimana si sono susseguiti altri ospiti di alto profilo che hanno regalato al pubblico del Festival la loro personale interpretazione del tema Confini: Flavio Caroli “Tema più solleticante, tema più fondamentale non c’è, proprio perché l’arte è la negazione stessa dei confini”; Fabio Fazio: “Qui al Gran Paradiso Film Festival si sconfina… anche dai confini si sconfina, perché uno si  porta a casa frasi preziose, incontri inediti e  imprevedibili”; Marta Cartabia: “Il confine è uno iato aperto in entrambe le direzioni”; Luciano Violante: “I confini non esistono sulla terra. Esistono nella testa delle persone, e quindi i confini sono un fatto culturale, un fatto di civiltà”.

La serata si è conclusa con la proiezione del film vincitore del Trofeo Stambecco d’Oro, ma il Gran Paradiso Film Festival non si ferma: per tutto il mese di agosto proseguirà con eventi e proiezioni a Aymavilles, Introd, Rhêmes-Notre-Dame, Rhêmes-Saint-Georges, Valsavarenche e Villeneuve.

Sul sito 21.gpff.it è già possibile vedere il video del backstage di questa edizione, oltre agli highlightse alle fotografie di ogni giornata.

Il Gran Paradiso Film Festival è organizzato da Fondation Grand Paradis nell’ambito del Progetto PACTA – Promouvoir l’Action Culturelle en Territoire Alpin (Interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020). In collaborazione con l’Assessorato Agricoltura e Ambiente della Regione autonoma Valle d’Aosta. Con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Assessorato Turismo, Sport, Commercio e Trasporti della Regione autonoma Valle d’Aosta, Presidenza del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, Comune di Cogne, Fondazione Cassa Risparmio di Torino, Parco Nazionale Gran Paradiso, Bacino Imbrifero Montano, Federparchi, Club Alpino Italiano. Con il patrocinio di Ente Progetto Natura e Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta. E con il partenariato tecnico di Montura e tecnologico di Laser.